Aromalchemia: i benefici olii essenziali

Direttamente dal Giappone, un viaggio sensoriale attraverso l’olfatto e la creazione del profumo personalizzato 

Aromalchemia: i benefici olii essenziali

Aromalchemia: i benefici degli olii essenziali; aromalchemia: una parola ancora poco conosciuta, che arriva dal lontano Giappone e si basa sullo studio dell’olfatto e delle sue molteplici caratteristiche e funzioni.

L’aromalchemia è un vero e proprio viaggio nel senso memorabile dell’olfatto, che apporta benefici psico-emotivi all’organismo, attraverso l’uso di oli essenziali e profumi di vario genere.

Un percorso olfattivo che può essere affrontato in solitudine o in gruppo, per un evento speciale o per creare un profumo personalizzato in grado di agire sulla persona e sulla mente.

Il profumo viene inteso come un portale di ricordi ed emozioni, legato ad eventi passati, persone e situazioni. L’obiettivo di questa pratica è quello di vivere delle esperienze suggestive, ma anche conversare, scambiare pensieri e condividere momenti “mettendoci il naso”.

USI E BENEFICI DELLA SCIENZA DEI PROFUMI MADE IN GIAPPONE

Aromalchemia: i benefici olii essenziali

Da non confondere con la classica Aromaterapia, l’utilizzo dell’aromalchemia è sicuramente legato a migliorare o riequilibrare il nostro stato psico-emotivo, ma può essere impiegata anche nella realizzazione di loghi olfattivi per guidare una risposta emotiva.

Definita come “la scienza che studia l’influenza degli odori sul comportamento umano”, all’interno dell’aromalchemia le fragranze hanno la capacità di agire sul nostro umore e possono quindi essere utilizzate per migliorare il nostro equilibrio psico-emotivo.

Dalla sua nascita a inizio del XX secolo, sono stati condotti numerosi studi allo scopo di dimostrare che odori, aromi e profumi hanno la straordinaria capacità di agire sulle nostre emozioni.

Il senso dell’olfatto è infatti direttamente collegato al nostro sistema limbico, che è la sede delle emozioni e della memoria, nonché il centro dove si attivano i nostri istinti.

L’olfatto, così come altri sensi del nostro corpo, funziona indipendentemente dalla nostra volontà ed è sempre attivo, anche quando dormiamo o non ci facciamo caso.

Non essendo controllabile ed avendo un collegamento diretto con la nostra sfera emotiva, l’olfatto ha dunque la possibilità di agire direttamente e improvvisamente sulle nostre pulsioni, risvegliandole o avendo la possibilità di mediarle.

Da questo collegamento diretto, ecco l’uso degli odori per provocare reazioni o analizzare sensazioni immagazzinate nel profondo della nostra memoria olfattiva, la quale rimanderà a sua volta immagini, emozioni e sensazioni, quando entreremo di nuovo in contatto con un determinato odore.

FRAGRANZE E RESPIRAZIONE: UN BINOMIO ANTI-STRESS

Sfruttando le enormi capacità dell’olfatto, l’aromalchemia utilizza oli essenziali e fragranze per ottenere dei benefici a livello psico-emotivo, grazie alle reazioni del sistema nervoso all’esposizione ai diversi aromi.

Esistono 3 metodi di utilizzo base più diffusi di questa tecnica: dal semplice olio-profumo da applicare direttamente in zone specifiche del corpo, allo stick olfattivo, a carattere più personale, sino alla diffusione ambientale, per coinvolgere più persone situate nello stesso ambiente.

Respirare è una delle azioni più semplici, primordiali e naturali che l’uomo possa fare e che il nostro cervello ci permette di compiere in maniera autonoma. Eppure farlo correttamente è una pratica per pochi eletti, che arriva direttamente dall’oriente, con tecniche mirate e studiate nel tempo. Essendo un’azione che non richiede la nostra volontà, la diamo per scontata. Ecco quindi uno dei temi affrontati dall’aromalchemia: la respirazione consapevole.

Qui entrano in gioco il potere e l’utilizzo degli oli essenziali e della respirazione, che possono essere l’elemento di svolta per tenere a bada lo stress in modo naturale: abbassando il battito cardiaco e allontanando la sensazione di soffocamento al petto, evitando così attacchi d’ansia improvvisi e ripristinando la calma interiore.

Respirare è un atto vitale, che diventa uno strumento per rilassarsi e prendersi cura del proprio benessere. In supporto alla respirazione, per aumentare ulteriormente l’effetto rilassante, possiamo dunque utilizzare alcuni specifici oli essenziali da inalare e metabolizzare nel tempo. 

L’ESPERIENZA DI CREARE UN PROFUMO PERSONALIZZATO

Dopo aver passato anni ad omologarsi a causa del boom della globalizzazione, ecco che ultimamente si fa sempre più strada il concetto di personalizzazione, ad indicare un qualcosa che sia più affine alla nostra unicità e al nostro stile.

Anche il mondo delle fragranze segue questo trend e si fa sempre più strada verso l’idea e la realizzazione di profumi personalizzati.

Una pratica che rappresenta in qualche modo un ritorno al passato, una moda che ritorna in auge e che rende affascinante la prospettiva di avere un unicum tutto per sé. 

Ma come si fa a realizzare un profumo dalle basi?

Partiamo dal presupposto che, bisogna “avere naso”, le idee chiare e conoscere le fragranze giuste, ma con l’aiuto di un esperto profumiere, che ha a disposizione fino a 6.000 materie prime, sarà un vero gioco da ragazzi.

Il risultato sarà un profumo unico e autentico, legato alla tua persona, o perché no, ad un affetto o ad un momento specifico e intimo della vita.

Una fragranza che, composta da particolari oli essenziali, estratti e aromi, possa risvegliare una sensazione positiva e legata ai ricordi, al solo profumo.

Un esercizio di conoscenza, creatività e sperimentazione, così da racchiudere in ogni profumo una storia ed un messaggio, che verrà raccontato, seguendo la scia, ogni qualvolta verrà indossato. 

Scritto da
Altri articoli di Redazione
Il cammino del risveglio
Un percorso di riscoperta dell’evoluzione personale, alla ricerca del proprio “centro” e...
Scopri di più

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *