Il cuore oltre l’ostacolo – Il racconto di una estetista oncologica

L’estetica oncologica è una branca specialista dedicata alle persone in corso di terapia contro il tumore o che hanno superato la malattia, i trattamenti seguono procedure certificate da associazioni specializzate come l’APEO, esercitati da specialiste in estetica oncologica che in autonomia valutano i danni estetici causati dai farmaci oncologici e prescrivono prodotti specifici per l’igiene e per la cura di pelle e unghie.

Come nasce la “vocazione” per l’estetica oncologica?

Mi ero accorta che clienti affezionate spesso smettevano bruscamente di frequentare il centro estetico. Così ho iniziato a chiamarle per avere spiegazioni. Il filo rosso di questi abbandoni era la scoperta di un tumore e mi faceva male il pensiero che le stesse donne che venivano da me per essere belle e rilassarsi non potessero più farlo proprio quando più serviva. Mi sono messa alla ricerca di qualcosa di specifico e ho scoperto i corsi APEO.

Cosa ha di diverso il rapporto tra cliente ed estetista nel periodo oncologico?

Il rapporto non cambia, si intensifica. E non deve cambiare, il nostro compito è anche dare una parentesi di normalità a chi si trova in condizioni di straordinaria fragilità. Studiamo alcune tossicità dei farmaci chemioterapici, siamo preparate agli inestetismi che causano, sappiamo come alleviarli e chi li subisce ne sente il beneficio, si sente e si vede meglio. Da parte nostra, come operatrici, viviamo questi momenti con grande partecipazione, infatti possiamo contare anche su un servizio di assistenza psicologica. Quando la malattia può essere messa alle spalle, ogni fatica è cancellata.

Cosa si potrebbe fare ancora in questo settore?

Che ci sia permesso sempre più di interagire nei reparti ospedalieri al fianco di pazienti e famiglie. Come estetista oncologica APEO, il mio obiettivo è dare un aiuto concreto alle persone che stanno combattendo contro il tumore perché qualità di vita e benessere siano fondamentali al pari delle terapie farmacologiche.

Tina Stanchi ha aperto il centro estetico Niagara di Pontedera oltre dieci anni fa con il supporto e la collaborazione della figlia che, invece, si occupa di estetica classica. Insieme rispondono a ogni esigenza per ogni tipo di cliente. Tina Stanchi ha un percorso formativo importante, con docenti e medici da cui ha acquisito competenze sui farmaci chemioterapici e sulle loro tossicità.

Esegue protocolli specifici per: mani/pedicure, massaggi e trattamenti corpo, dermopigmentazione di areola e capezzolo in 3D per donne e uomini che hanno subito un intervento chirurgico.

Vi accoglieranno in un ambiente familiare, di grande empatia, con un obiettivo comune: dare a tutti e sempre il diritto di mantenere il proprio stile di vita a livello privato e sociale.

Scritto da
Altri articoli di Redazione
Trucco labbra: La Tecnica dell’overlining
La tecnica di make up amata dalle star, per un effetto labbra...
Scopri di più

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *