Specialista in estetica oncologica

Le protagoniste di una terapia silenziosa della dignità allo specchio, dove piacersi in ogni fase della terapia.

Il nostro approfondimento nel mondo dell’estetica oncologica comincia da loro: le protagoniste di una terapia silenziosa della dignità allo specchio, dove piacersi in ogni fase della terapia.

Ogni specialista in estetica oncologica è una professionista che ha deciso di chiedere di più alla sua attività e unire un valore aggiunto al suo lavoro, prestando la sua opera a chi affronta terapie tossicizzanti per l’aspetto del paziente.

Tossicità cutanee e problematiche alle unghie di mani e piedi (anche molto importanti) sono tra i collaterali più frequenti ma la specialista si prepara, studiando, ad affrontare inestetismi più specifici conseguenti all’interazione con farmaci e terapie come lesioni in viso, ispessimento nei punti d’appoggio, gonfiori e dolori prima, durante o dopo terapie e chirurgia.

Le competenze acquisite durante il percorso formativo APEO sono interdisciplinari e sempre soggette ad aggiornamento, certificate da:

  • Attestato di Competenza
  • Certificazione professionale CEPAS ed iscrizione al Registro Pubblico
  • Attestato APEO ed iscrizione all’albo privativo dell’associazione
  • Studio clinico pilota svolto presso l’Istituto Europeo Oncologico (IEO) di Milano e pubblicato nel 2018 su PubMed (rivista scientifica Quality of Life Research)

Cosa studia una specialista in estetista oncologica?

L’estetica, per via della delicatezza del suo target, necessita di corsi e certificazioni specifiche per un’attività professionalizzante che ha ormai anche una sua Associazione professionale l’APEO, grazie al cui operato, proponiamo un lungo approfondimento su un tema che non solo è necessario, ma anche la prova di una società che evolve in un processo di civiltà.

Leggi anche “L’arte dell’estetica oncologica

Il percorso formativo APEO attinge direttamente dal mondo scientifico sanitario. Ogni specialista approfondisce materie come:

  • medicina molecolare e malattia oncologica
  • terapie oncologiche Radioterapia
  • psiconcologia
  • stasi linfatica e valutazione inestetismi
  • tossicità cutanea Tossicità ungueale di mani e piedi Cosmesi per pelli in terapia
  • compilazione scheda check-up
  • make-up correttivo


Che trattamenti può eseguire una specialista in estetica oncologica apeo?

I trattamenti che la Specialista APEO esegue sulla persona in terapia seguendo protocolli scientificamente validati e abbracciano molti servizi

  • manicure e pedicure
  • massaggi specifici,
  • make-up correttivo,
  • trattamenti nutrienti e riepitelizzanti
  • completamento estetico di trattamenti ricostruttivi

La specialista APEO, inoltre, prescrive cosmetici certificati (con studi clinici pubblicati in letteratura scientifica) e consiglia importanti azioni quotidiane.

Entrare nel mondo di una persona ammalata non è uno scherzo, per questo i prodotti e i protocolli APEO hanno un’evidenza scientifica per dare tranquillità e sicurezza alle persone che si rivolgono alla Specialista in Estetica Oncologica.

Che prodotti si sposano bene con l’estetica oncologica?

I trattamenti estetici eseguiti sulla persona in terapia si completano con prodotti cosmetici che la Specialista APEO conosce e prescrive in autonomia. La pelle dei pazienti oncologici vanno spesso incontro a conseguenze farmacologiche importanti per la pelle, per questo ogni specialista acquisisce le nozioni necessarie per l’interazione tra un derma provato dai farmaci e l’azione chimico-cosmetica dei prodotti utilizzati.

Oltre a una linea specifica di detergenti da usare a casa (meglio se schiumogeni e leggeri da risciacquare) in caso di desquamazioni e arrossamenti, ci solo altri prodotti che non possono mancare nella beauty routine di chi è in corso di terapia:

  • emulsioni lenitive, ad alto potere nutriente, per agire su a secchezza e prurito
  • creme leggere anti desquamazione
  • emolienti per mani e unghie
  • deodoranti ad alta tollerabilità
  • prodotti fotoprotettivi

La garanzia di una prassi certa

Il trattamento della pelle dei pazienti oncologici non può certamente essere lasciato all’improvvisazione caso per caso, ma è necessario seguire anche prassi accertate e affidate a mani esperte. Le modalità e i luoghi di esecuzione dei trattamenti, infatti, possono incidere in maniera rilevante anche quando a occuparsi dell’estetica dei pazienti oncologici è comunque una persona preparata e mossa da buone intenzioni. Risulta importante, quindi, la figura dello Specialista in Estetica Oncologica (SEO), ovvero quel professionista del settore del benessere che, in accordo alla legge 1/90, si prende cura dell’aspetto estetico delle persone in terapia, in modo consapevole delle loro condizioni e in sinergia con le terapie mediche, svolgendo la propria attività presso strutture adeguate, nel rispetto di tutti i requisiti normativi cogenti applicabili.
  

I requisiti del professionista SEO

I requisiti del professionista SEO sono definiti oggi dalla nuova prassi di riferimento UNI/PdR 130:2022 sviluppata da UNI Ente Italiano di Normazione in collaborazione con APEO (Associazione Professionale di Estetica Oncologica) e AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica), oltre che con il competente ed appassionato contributo ed impegno di FAVO (Federazione delle Associazioni di Volontariato Oncologico), Confartigianato Benessere, CNA Benessere e Sanità e CEPAS.


Oltre ai compiti e alle attività specifiche del SEO il nuovo documento definisce nel dettaglio i requisiti di conoscenza, abilità, autonomia e responsabilità richiesti a questo profilo professionale.

Inoltre, offre le linee guida dei servizi di estetica oncologica e i requisiti che la Specialista in Estetica Oncologica che si deve avere per poter operare nel suo settore.

Scritto da
Altri articoli di Redazione
L’estetica maschile
Roba da uomini Una volta incontrare un uomo dall’estetista aveva il suo...
Scopri di più

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *