L’arte dell’estetica oncologica

Un abbraccio di bellezza pensato per la cura di sè durante ogni passo della terapia.

La bellezza resiliente

 Un’arte che va oltre l’aspetto esteriore, trasformando la difesa del proprio aspetto in una tappe dell’oncologia.

Rivolta a chiunque abbia affrontato il un percorso oncologico, rappresenta un rituale di trasformazione che celebra la resilienza, l’autostima e la potenza interiore. Ogni trattamento diventa un atto di amor proprio, donando fiducia a chi affronta sfide straordinarie.

L’estetica oncologica è un sostegno psicologico oltre che fisico, un elisir che rinnova il senso di sé e la connessione con la propria identità. Un’esperienza unica di guarigione che va oltre lo specchio, toccando il cuore e l’anima.

Rivolto a donne e uomini di tutte le età che hanno affrontato l’oncologia, questo percorso diventa un viaggio di auto-scoperta, un ritorno alla propria essenza. È un invito a esplorare la bellezza resiliente che emerge e che abbraccia la sua forza interiore.

L’estetica oncologica è l’arte di risplendere in ogni fase del cammino, una celebrazione di forza che illumina la strada quando più occorre non fermarsi.

Bella più di prima

Quando l’estetica oncologica completa la terapia

L’estetica oncologica è ormai uno strumento di cura che offre un beneficio non terapico a chi, dopo durante e dopo la malattia, deve affrontare sfide estetiche e riconoscere la propria immagine.

Dopo un intervento di mastectomia, ad esempio, alle donne è data la possibilità di ricostruire il seno per ripristinare un aspetto naturale. Il completamento di questo processo include anche la ricostruzione dell’aureola del seno. La dermopigmentazione può riprodurre l’aspetto del capezzolo con un effetto 3D, ripristinando l’aspetto estetico del prima. O ancora è possibile intervenire su cicatrici e drenaggi, oltre che nella cura di mani, piedi e viso durante le terapie.

In più, il mondo del beauty è vicino ai pazienti oncologici con molte tecniche e prodotti dedicati alla cura della pelle, ciglia e sopracciglia, trattamenti che aiutano la totale deputazione da residui chemioterapici e farmaci in generale.

Davvero vogliamo continuare a chiamare il beauty solo «vanità»?

Oltre al beauty, vicina a te

Viaggio nel mondo di una Associazione Professionale di rara bellezza.

L’estetica, per via della delicatezza del suo target, necessita di corsi e certificazioni specifiche per un’attività professionalizzante che ha ormai anche una sua Associazione professionale l’APEO, grazie al cui operato, proponiamo un lungo approfondimento su un tema che non solo è necessario, ma anche la prova di una società che evolve in un processo di civiltà.

Il supporto a chi lotta contro una malattia è un obbiettivo collettivo in cui ogni servizio, ogni prodotto, ogni professione, antepone dignità, umanità, e solidarietà a semplici obiettivi di guadagno.

In questo speciale, partiamo insieme in un viaggio bellissimo e non solo perché si parla di estetica, ma perché ci porterà a scoprire un mondo fatto di valori profondissimi lì dove spesso decidiamo di rimanere in superficie, schivando parole scomode come dolore, malattia e paura.

Un passo più avanti invece, oltre l’aggettivo «oncologica», l’estetica trova una nuova definizione e si trasforma in una delle vie per vivere a testa alta la fragilità e i segni di un percorso di cura contro il cancro.

Scritto da
Altri articoli di Redazione
Dott.ssa Tatiana Tsimba, passione e studio della nutrizione
Percorsi e consulenze personalizzate, per affrontare le sfide delle donne e raggiungere...
Scopri di più

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *