Massaggio ayurvedico

Perché farlo?

Il massaggio ayurvedico viene praticato da moltissimi anni, ed il perché è piuttosto chiaro. Originario dell’India, il massaggio ayurvedico nasce per favorire la correlazione tra mente e spirito. Un binomio unico dove entrambi le parti dispongono della medesima importanza. Nessuna sovrasta sull’altra proprio perché è fondamentale la salute mentale tanto quanto quella dello spirito. Del resto, se tra le due parti c’è un equilibrio, allora tutto è in armonia. Se invece quest’ultimo venisse a mancare, sarà necessario agire subito. E lo si fa proprio attraverso, appunto, il massaggio ayurvedico.

Ben presto questo tipo di massaggio orientale arriva anche in Occidente dove qui, la sua diffusione, sarà davvero veloce. Inizialmente come trattamento puramente estetico per poi apprezzarne gli effetti benefici che riesce a donare al corpo. I benefici prodotti da quest’ultimo favoriscono infatti il benessere psicofisico di tutto il corpo. Vengono stimolati i centri energetici (chakra) e attraverso questi “strategici punti” si va a ripristinare la corretta proporzione. Ma qual è l’obiettivo finale del massaggio ayurvedico? La perfetta armonia tra corpo e mente.

Ad oggi è infatti possibile affermare che, tale tipo di massaggio, fa ampiamente parte della medicina alternativa. Per effettuare un massaggio ayurvedico è necessario avere molta esperienza. Non improvvisarti perché potresti davvero creare dei seri danni! Infatti, le tecniche di manipolazione necessarie per eseguire un buon massaggio ayurvedico, sono ben precise. Quest’ultime servono per raggiungere un determinato obiettivo, ma come già ribadito, devono essere messe in atto solo da massaggiatori ayurvedici specializzati. La tecnica utilizzata per questa tipologia di massaggio è molto particolare. Questo trattamento viene realizzato mediante un tipo di manipolazione particolarmente piacevole. La tecnica in questione prevede una manipolazione in grado di stimolare la circolazione sanguigna oltre che a favorire il drenaggio dei fluidi vitali con lo scopo di ritrovare l’armonia perduta.

Come avviene un massaggio ayurvedico? Il massaggio ayurvedico è un rituale molto rilassante. Non solo il massaggio stesso ti dona uno stato di relax totale, anche l’ambiente circostante ne diviene una parte integrante da non sottovalutare. Infatti, l’ambiente perfetto per effettuare il massaggio è calmo, caldo e illuminato da luci tenui o soffuse. Possono essere diffuse anche essenze o incensi profumati al fine di favorire il rilassamento con l’aromaterapia. Molto spesso poi, il cliente viene accolto con della musica rilassante per confezionare ancora meglio il tutto

Quindi, come primo punto, scegli accuratamente il centro dove effettuerai il massaggio ayurvedico e prenota un colloquio conoscitivo con il massaggiatore per capire se la persona in questione è empatica o meno. Mettere a proprio agio il cliente, in un lavoro come questo, è letteralmente fondamentale. In questo primo incontro colloquiale, il massaggiatore ti spiegherà quali sono le tecniche principali e come si svolge il tutto. Inoltre, in questo frangente, capirete assieme quale tipologia di massaggio e annesse tecniche fanno per te. Grazie alle informazioni raccolte, il massaggiatore sarà in grado elaborare un massaggio personalizzato per il tuo caso specifico. E per far ciò utilizzerà tecniche di manipolazione che possono variare seduta dopo seduta. Dopodiché, si passerà al massaggio vero e proprio. Il paziente viene fatto sdraiare per terra oppure su un tavolo di legno appositamente scavato all’interno.

Scritto da
Altri articoli di Monica Penzo
Perché scegliere un trucco permanente? Scopriamolo assieme!
Il trucco permanente potrebbe sembrare, in un primo momento, una pura scelta...
Scopri di più

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *